“L’URLO DEL DANUBIO”

“L’URLO DEL DANUBIO”

di Marinella Tumino

Editore : Operaincerta

Prezzo cartaceo : €10,00

(disponibile solo in versione cartacea)

Lunghezza pagine : 130

Ciao cari lettori,

oggi questa segnalazione letteraria perché credo sia un libro che merita…

Anche se io purtroppo non sono riuscita a leggerlo, ho provato, ma già dalle prime pagine sentivo una morsa stringermi lo stomaco, io sono fatta così, non riesco a leggere libri, racconti o testimonianze che mi fanno stare male, dove sento il dolore sotto la pelle quasi ad appartenermi…

Sono generi che non riesco ad affrontare, mi fa troppo male ed io leggo per stare bene, ma ovviamente sono qui a consigliarlo a chiunque voglia sapere di più su questi argomenti, e a chiunque voglia emozionarsi con questi racconti.

Ringrazio l’autrice Marinella Tumino per avermi contattata e dato così la possibilità di conoscere la sua gentilezza e la sua profondità d’animo.

TRAMA:

La memoria storica è testimonianza del passato, insegna la fecondità del sacrificio e celebra il trionfo della spiritualità.

“L’urlo del Danubio” ripercorre con un treno immaginario un viaggio interiore effettuato dall’autrice nei luoghi della disumanità: dal campo di Dachau all’alloggio segreto di Anne Frank e poi ancora dalla risiera di San Sabba a Trieste ai quartieri ebraici di Ferrara, Roma, Budapest.

Ripercorrere i binari della memoria storica è un modo per tenere vivo il ricordo di ciò che è stato ma soprattutto per far sì che simili tragedie non debbano accadere mai più. “Ne plus jamais!”, come recita il severo monito che ora sovrasta il lager di Dachau e, idealmente, tutti i luoghi di sterminio e di offesa dell’uomo. Prefazione di Danilo Amione.

COSA DICE L’AUTRICE SU QUESTO SUO ULTIMO LAVORO:

Intanto il tema di fondo è la Shoah, tematica su cui studio da anni.

Le centotrenta pagine che lo compongono sono fitte di vita e informazioni, nello stile misto: racconti di finzione, materiali documentali, poesia e diario di viaggio.

Ogni capitolo, seguendo la dolente metafora del treno, ha il numero di un binario e il nome di una stazione: Monaco, Amsterdam, Trieste, Ferrara, Roma, Budapest e Cracovia sono le stazioni di questa novella Via Crucis che attraversando la parte più “civile” d´Europa ha restituito tutto l´orrore di una tragedia immane.

Mi sono mossa dunque su un piano personale, emozionale, che attraverso il diario di viaggio, attraverso i racconti e le poesie che compongono il libro, ma anche su un piano documentaristico tento di restituire la memoria storica, la cura della memoria.

E ci tento in un certo senso fin dal titolo, che deriva da quello di uno dei racconti all’interno.

Nei giorni scorsi ho ricevuto lettera di papa Francesco e del Presidente Mattarella:

           

INFORMAZIONI SULL’AUTRICE:

Laureata in Pedagogia.

Docente di Materie Letterarie, entra di Ruolo (Ministero Pubblica Istruzione) nel 2000.
Dal 2006 insegna presso un Istituto Tecnico Statale della sua città e, in qualità di docente di Italiano L2, collabora in progetti europei.
Collabora, inoltre, occasionalmente con una rivista mensile on line www.operaincerta.it e con quotidiani on line www.ragusaoggi.it. www.ondaiblea.it www.ecodegliblei.it
Pubblicazioni;
Ottobre 2011: QUEL TRENO PER LA POLONIA, Operaincerta Editore. Un diario di viaggio inerente un progetto realizzato con 34 studenti in Polonia, un’esperienza indelebile, un viaggio soprattutto interiore che le ha permesso di giungere fino ai confini dell’anima.
Ottobre 2014 FRAMMENTI D’ANIMA, edito dalla casa editrice Giovane Holden Edizioni- Gruppo Feltrinelli. Romanzo
Settembre 2015 TRAME D’INCHIOSTRO– Racconti e Oltre, Kimerik Edizioni che raccoglie tutti i racconti e poesie prodotti nel corso degli ultimi 2 anni.
Gennaio 2018 L’URLO DEL DANUBIO, Operaincerta Editore. Un viaggio dell’anima sui binari della memoria storica
Dall’aprile 2016, i suoi libri, FRAMMENTI D’ANIMA (Giovane Holden Edizioni 2014) e TRAME D’INCHIOSTRO-RACCONTI E OLTRE (Kimerik Edizioni 2015) sono archiviati presso l’Università Censier Sorbonne Nouvelle Paris 3.
Riconoscimenti Letterari
Dicembre 2015 il racconto “A piccoli passi-Lettera a mio figlio” ottiene il 4° posto al Concorso Letterario “Efesto”- città di Catania
Ottobre 2016 Menzione Speciale al Concorso “Progetti d’Armonia, 2016” – Sortino per “La sfera dell’incastro perfetto” – sez. Poesia inedita e “I luoghi dell’anima” – sez. Narrativa edita.
Giugno 2017 Menzione di Merito al premio Letterario “Versi fra due mari” per il racconto inedito “Battito”. Menzione d’Onore al VII Concorso nazionale “Poesie d’Amore” per la poesia inedita “A testa in giù”.
Dicembre 2017 Finalista al Concorso “Gioacchino Belli”: premiata in Campidoglio per le due opere “La porta socchiusa” (sez Narrativa), “A testa in giù” ( sez. Poesia).
.
Passioni;
I viaggi, la danza, la lettura, la scrittura.
Ama studiare e approfondire tematiche riguardanti il periodo storico fra gli anni Trenta e gli anni Cinquanta del Novecento, in particolar modo la Shoah.
Cura con passione lo studio della lingua inglese, ottenendo varie certificazioni Cambridge.

                      COME CONTATTARE L’AUTRICE:                   

E-mail: marisalvo@alice.it

E-mail: info@marinellatumino.it

www.marinellatumino.it  (personal blog)

FB  @Marinella Tumino Autrice  (pagina facebook)

@Tuminomarinella   (Instagram)

                    

 

Grazie per aver letto il mio articolo vi auguro una buona serata e buone letture ♥

Precedente "L'AGENDA DELLE BOOKLOVERS" Successivo "LA MOGLIE DEL CALIFFO"